CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI PER I DISAGI DOVUTI A NATURA TECNICA.
STIAMO PROVVEDENDO A MIGLIORARE IL NOSTRO SERVIZIO E ALLA COSTRUZIONE DI UN NUOVO SITO.

Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 2618

Martedì 06 Marzo 2012 15:56

LIBIA: DE ANGELIS (PDL), GOVERNO CHIARISCA SU TRAFFICO ARMI

Scritto da  bat
Valuta questo articolo

(AGENPARL) - Roma, 06 mar - Traffico d’armi in Libia? Il deputato del Pdl Marcello De Angelis chiede chiarezza al Governo. Lo fa con un’interrogazione parlamentare al Presidente del Consiglio, Mario Monti, al Ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, al Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, e al Ministro degli Esteri, Giulio Terzi. “Sul mensile internazionale ‘The Middle East magazine’ - scrive De Angelis - in un articolo intitolato ‘Dove sono andate a finire le armi libiche’, si denuncia la scomparsa di ingenti quantitativi di armamenti di ogni tipo, scomparsa che preoccupa seriamente il governo libico transitorio e gli Stati confinanti; sul mensile italiano ‘Raids’ un giornalista denuncia di aver visto un libico non identificato offrire un lanciamissili spalleggiabile russo SA-7 ai giornalisti presenti per 50 dollari, lanciamissili probabilmente non più funzionante”. Il deputato del Pdl chiede se i servizi di intelligence italiani siano al corrente dei traffici e se il Ministero della Difesa abbia una mappa degli arsenali. L’interrogazione chiede poi “quali provvedimenti il nostro Governo intenda prendere per monitorare ed eventualmente intervenire per interrompere questo traffico che, qualora fosse accertata la natura denunciata dalla stampa, potrebbe mettere a serio rischio la sicurezza non solo di tutto il Maghreb ma anche dell'Europa e dell'Italia considerato che tra le armi ‘in vendita’vi sono migliaia di missili spalleggiabili di varia provenienza, con i quali un uomo solo può facilmente abbattere un aereo di linea stando anche a considerevole distanza”.

Iscriviti subito!
Joomla SEO powered by JoomSEF