CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI PER I DISAGI DOVUTI A NATURA TECNICA.
STIAMO PROVVEDENDO A MIGLIORARE IL NOSTRO SERVIZIO E ALLA COSTRUZIONE DI UN NUOVO SITO.


Lunedì 27 Febbraio 2012 18:58

TRENTO: APSS, PUBBLICATO IL REPORT SULLA SALUTE PERCEPITA

Scritto da  com/cic
Valuta questo articolo

(AGENPARL) - Trento, 27 feb - L’Osservatorio per la salute della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Dipartimento di psichiatria dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, ha realizzato la pubblicazione «Il benessere e la salute mentale in Trentino» che riassume i dati, provenienti da diverse fonti informative sanitarie, relativi alla salute percepita, alla salute mentale e ai diversi fattori socio-economici che possono influire sul benessere. Dai dati emerge che la percezione dello stato di salute in Trentino è tra le migliori in Italia: il 74% della popolazione tra 18 e 69 anni giudica positivamente il proprio stato di salute (riferisce di sentirsi “bene” o “molto bene”). Il 5% della popolazione residente in Trentino, circa 17.000 persone, accusa dei sintomi che definiscono lo stato di depressione. Tale prevalenza è leggermente più bassa della media nazionale (6%). I sintomi di depressione riguardano più frequentemente le donne, le persone con difficoltà economiche, quelle senza lavoro regolare e coloro che soffrono di malattie croniche. Non si osservano differenze tra i quattro distretti sanitari e non emergono cambiamenti nel tempo né per la percezione della salute né per i sintomi di depressione. Una parte importante (circa il 40%) di persone con sintomi di depressione non comunica a nessuno il proprio disagio. È quindi necessario affrontare e ridurre lo stigma sociale che ancora accompagna chi soffre di problemi di salute mentale e rafforzare la presa in carico da parte dei servizi distribuiti sull’intero territorio provinciale. L’accesso ai servizi territoriali da parte delle persone con problemi di salute mentale è negli anni rimasto stabile a fronte di una riduzione progressiva dell’ospedalizzazione. Tale andamento è con ogni probabilità da attribuire al miglioramento dell’efficacia dei servizi territoriali, in linea con i cambiamenti previsti nell’ambito della riorganizzazione e gestione della salute mentale. Nel Piano provinciale della prevenzione 2010-2012 è stato inserito un progetto di lotta alla depressione che ha come obiettivo la riduzione della cronicizzazione della depressione, sensibilizzando medici di base e cittadini a non sottovalutare un episodio depressivo e a rivolgersi con fiducia a un professionista della salute mentale anche se l’episodio in questione sembra essere stato superato. La pubblicazione «Il benessere e la salute mentale in Trentino» può essere scaricata dal sito Trentinosalute: http://www.trentinosalute.net/Contenuti/Pubblicazioni/Focus/5-Il-benessere-e-la- salute-mentale-in-Trentino. E' quanto si legge in una nota diffusa dall'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento.

Iscriviti subito!
Joomla SEO powered by JoomSEF