CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI PER I DISAGI DOVUTI A NATURA TECNICA.
STIAMO PROVVEDENDO A MIGLIORARE IL NOSTRO SERVIZIO E ALLA COSTRUZIONE DI UN NUOVO SITO.


(AGENPARL) - Roma, 22 set - “Se per Nichi Vendola gli immigrati sono la salvezza, siamo disponibili a mandare in Puglia tutti quelli della Lombardia. Queste uscite del leader di Sinistra e libertà certificano come l’intenzione della sinistra sia di aprire in maniera indiscriminata tutte le frontiere e di non effettuare alcuna espulsione come invece facciamo noi della Lega”. È quanto replicato, in una nota, dal capogruppo della Lega Nord in commissione Politiche dell’Ue, Marco Maggioni, alle affermazioni del presidente della Puglia.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 22 set - "Gli immigrati che rifiutano di rispettare le nostre leggi, come coloro che ieri hanno creato disordini fuggendo dal Cie di Torino, non sono ben accetti”. Così l’on. Stefano Allasia, deputato e segretario provinciale della Lega Nord torinese, sulla rivolta avvenuta ieri sera nel centro di identificazione ed espulsione di Corso Brunelleschi, nel capoluogo piemontese. “Questi individui dovrebbero essere i nuovi Italiani, il nostro futuro, a cui la sinistra vorrebbe concedere il diritto di voto? L’unica possibilità che si può offrire loro - conclude Allasia - è quella di tornare nel loro Paese, perché di delinquenti ne abbiamo già a sufficienza. Condivido pienamente la linea dura del ministro Maroni”.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in REGIONALI

(AGENPARL) - Roma, 22 set - “La rivolta nel Cie di Torino è la dimostrazione che la misura è colma e che la nostra città non può più accogliere i clandestini che sbarcano nel nostro Paese. Mentre il Ministro dell’Interno continua a lavorare per garantire la sicurezza dei nostri cittadini e i rimpatri dei clandestini, la sinistra parla di sanatorie e di voto agli immigrati. Come sta accadendo in queste ore grazie al nuovo accordo raggiunto dal ministro Roberto Maroni con la Libia, chi entra nel nostro Paese al solo scopo di delinquere deve essere rispedito a casa senza compromessi o buonismi ipocriti”. Lo dichiara il deputato torinese della Lega nord, Davide Cavallotto.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 21 set - Col deposito in Cassazione dei testi delle due leggi di iniziativa popolare sottoscritti dagli esponenti delle organizzazioni che hanno promosso la campagna l’Italia sono anch’io, è cominciata la raccolta delle firme necessarie per la consegna delle leggi in Parlamento. Ci sono sei mesi di tempo per raggiungere l’obiettivo delle 50.000 firme in calce a ciascuna delle due proposte di legge, e i promotori stanno organizzando iniziative in tutta Italia.
A Roma, il prossimo giovedì 22 settembre è previsto un appuntamento a Piazza del Pantheon dalle 11.30 alle 15.30. Qui sarà allestito un banchetto dove già hanno annunciato la loro presenza esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo e della politica che condividono i contenuti della campagna. Ci saranno, fra gli altri, Pierluigi Bersani, segretario nazionale del Pd, Fausto Bertinotti, presidente Fondazione Camera dei Deputati, l’autore e attore Ascanio Celestini, il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, lo scrittore e sceneggiatore Claudio Piersanti, il presidente del settore giovanile Federcalcio, Gianni Rivera, il regista Andrea Segre.
Saranno inoltre presenti esponenti delle organizzazioni promotrici, tra cui: Oliviero Alotto, presidente Terra del Fuoco, Massimo Aquilante, presidente Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Paolo Beni, presidente Arci, Kurosh Danesh, coordinatore Comitato Migranti Cgil, Franco Dotolo, Fondazione Migrantes, Gabriella Guido, Rete Primo Marzo, Ezequiel Iurcovich, portavoce Rete G2-Seconde Generazioni, Padre Giovanni La Manna, presidente Centro Astalli, Isabella Massafra, segreteria nazionale Emmaus Italia, Grazia Naletto, presidente Lunaria, Andrea Olivero, presidente Acli.
L’Italia sono anch’io è la Campagna nazionale per i diritti di cittadinanza promossa, nel 150° anniversario dell’unità d’Italia, da 19 organizzazioni della società civile (Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 - Seconde Generazioni, Sei Ugl, Tavola della Pace, Terra del Fuoco) e dall’editore Carlo Feltrinelli. Presidente del Comitato promotore è il Sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio.
Scopo della campagna (www.litaliasonoanchio.it) è promuovere, anche attraverso lo strumento delle leggi di iniziativa popolare, l’uguaglianza di diritti tra italiani e stranieri che vivono, studiano e lavorano in Italia, così come sancito dall’articolo 3 della nostra Costituzione.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in REGIONALI

(AGENPARL) - Roma, 07 set - “Oggi, ancora una volta, l’Italia ha dato prova di essere un Paese in prima linea nella lotta per il rispetto dei diritti fondamentali, tra questi, in particolare, la tutela della vita e il rispetto della donna. Il riconoscimento dell’asilo politico a Kate, la giovane nigeriana che nel suo Paese avrebbe rischiato la lapidazione, avvenuto peraltro in tempi velocissimi, non soltanto salva la vita ad una donna, ma dimostra che l’Italia non smetterà mai di lottare per la libertà di tutti e la tutela delle persone. Il Governo, che ha lavorato sin dall’inizio per questa conclusione della vicenda, ringrazia le autorità competenti che si sono attivate rapidamente e senza esitazioni, le organizzazioni laiche e religiose che hanno offerto aiuto e disponibilità, i cittadini e le cittadine che si sono mobilitate firmando l’ultimo capitolo di una storia che ha avuto il lieto fine. Oggi, tutti insieme, aggiungiamo una bellissima pagina al grande libro della lotta per i diritti umani che il nostro Paese sta portando avanti”. Così il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, e il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, in una nota congiunta.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 05 set - “Mi unisco all’appello del vescovo di Cosenza e all’impegno dei ministri Franco Frattini e Mara Carfagna per dare asilo politico a Kate, la ragazza nigeriana cattolica che in patria rischia la lapidazione per aver rifiutato un matrimonio imposto con la forza. Mi auguro che l’intero Parlamento si unisca allo sforzo del governo per salvare non solo una vita umana, ma anche la stessa idea di diritto alla vita”.  Lo dichiara il Presidente della Commissione Trasporti e Responsabile vicario Enti Locali del Pdl on. Mario Valducci.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 28 lug - “Il cosiddetto accordo sull’integrazione degli immigrati, approvato oggi dal Consiglio dei ministri, è solo un altro bluff di un governo che pensa di risolvere problemi così seri con palliativi come questo che assomiglia, più che altro, a una patente a punti con tanto di crediti che lo straniero deve totalizzare per non essere espulso dal nostro Paese”. Lo afferma il presidente vicario dei deputati dell’Idv Fabio Evangelisti.
“E’ l’ennesima dimostrazione del fallimento della politica di sicurezza condotta dal governo – prosegue Evangelisti – che pensa ai crediti e ai test di grammatica mentre le nostre città sono sempre meno sicure”.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 25 lug - Si trasmette l'intervento di inizio seduta del consigliere comunale del Pd Leonardo Barcelò sul diritto di voto agli immigrati:

"Lo scorso 20 luglio la Giunta della Regione Emilia Romagna ha deliberato l’ adesione ad una proposta di legge iniziativa popolare di cui è capofila la regione Toscana. Occorrono 500.000 firme da portare in Parlamento affinché l’Italia si adegui alla normativa europea con una legge nazionale che ratifichi il capitolo C della Convenzione di Strasburgo del 1992 che prevede la partecipazione degli stranieri non comunitari alla vita pubblica a livello locale. Per partecipare al voto amministrativo e per essere eletti in Comune o nei Consigli di quartiere saranno previsti gli stessi requisiti già concretamente vigenti in ben 16 Paesi Europei: la stabile residenza nel Comune da almeno 5 anni e il possesso degli stessi requisiti giuridici dei cittadini italiani per esercitare il diritto di voto e per l’eleggibilità.
A Bologna risiedono 33.103 cittadini non comunitari, di cui 15.122 sarebbero nuovi elettori in quanto attualmente maggiorenni e qui residenti da almeno 5 anni. Penso che sia finalmente l’ora di fare un netto distinguo, una volta per tutte , tra elezioni politiche di organi con funzioni legislative ed elezioni amministrative.
A conferma di questa differenza si ricorda che nell’ordinamento italiano è già stato riconosciuto il diritto di elettorato attivo e passivo in favore dei cittadini stranieri provenienti da paesi comunitari residenti in Italia . Non si comprendono, quindi, le ragioni per cui il diritto di voto alle elezioni amministrative non possa essere esteso anche ai cittadini non comunitari stabilmente residenti in Italia. Adeguarsi alla normativa Europea rappresenterebbe un arricchimento culturale, sociale e politico per la città e un importante contributo a favore dell’integrazione di chi,pur non essendo cittadino italiano, vive,lavora, paga le tasse, porta i figli a scuola nelle comunità locali del nostro Paese. Inoltre a causa della forte riduzione della natalità già da vent’anni a questa parte secondo statistiche europee nei prossimi 15 anni in Europa ci sarà bisogno di circa 30 milioni di immigrati per supplire alle conseguenze socio economiche del calo demografico.
Se vi è una comunità nella quale il cittadino straniero vive e si integra, questa è certamente quella del Comune di residenza, nel quale probabilmente il “ non cittadino” sente la esigenza di dare un apporto anche politico attraverso il suo voto o, perché no, anche con la sua stessa disponibilità a candidarsi".

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in REGIONALI

 (AGENPARL) - Roma, 25 lug - "Provvedere con celerità alla chiusura definitiva del campo-profughi di Manduria (TA) e alla sistemazione dell'area di San Vito dei Normanni (BR), per restituire decoro e dignità alla condizione degli immigrati". E' la richiesta di un gruppo di deputati Pd, primo firmatario Ludovico Vico, in un'interrogazione al Ministro dell'Interno Roberto Maroni.
"La condizione del campo-profughi di Manduria - premettono gli interroganti -  in cui si è riversata gran parte dell'emergenza di Lampedusa ma secondo gli interroganti non altrettanta attenzione da parte del Presidente del Consiglio, è ad oggi la rappresentazione plastica della confusione che, a giudizio degli interroganti, regna a livello centrale, ma anche dell'assoluta mancanza di attenzione di questo Governo e dei suoi Ministri, nei confronti di un territorio che come Lampedusa ha pagato in termini turistici il danno d'immagine subito dalla sua splendida costa e che da tempo aveva tentato di interloquire con Esecutivo e protezione civile proponendo soluzioni alternative".
"Il concetto di accoglienza e ospitalità appartiene alla Puglia  - continua il gruppo Pd - ed è punto di merito di un territorio che da sempre ha saputo far fronte a varie ondate migratorie; per tale ragione gli interroganti avevano proposto in reiterati interventi personali e del Pd Puglia (visita al campo il 28 marzo 2011, documento del primo firmatario del presente atto del 31 marzo 2011 e documento del Pd Puglia del 2 aprile 2011) la soluzione dell'ex base USAF di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi. Tale proposta, formulata anche dal presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, consentirebbe di chiudere definitivamente il campo di Manduria, assolutamente non idoneo in termini di comfort e sicurezza e dove attualmente si registra a partire dalle prime ore del mattino una temperatura all'interno delle tende che varia dai 36 ai 38 gradi".

 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 21 lug - "Il forum Immigrazione del Pd sosterrà le ragione che stanno al centro della giornata di mobilitazione del 25 luglio per il diritto di informazione all’interno dei Cie. Riteniamo, infatti, gravissima la circolare emanata dal ministero dell’Interno che impedisce, nei fatti, ai mezzi dell’informazione il diritto-dovere di fare conoscere all’opinione pubblica le storie, le condizioni delle persone trattenute all’interno dei Cie. Un trattenimento che, recentemente, è stato prolungato da 6 a 18 mesi. Il combinato disposto da questi due provvedimenti colpisce uomini e donne che sono lì trattenuti senza aver commesso reati. Una decisione che noi stigmatizziamo perché ingiusta. Per questo saremo presenti il 25 luglio con i nostri militanti, deputati e senatori". Dichiarazione di Marco Pacciotti, coordinatore forum Immigrazione del Partito Democratico. 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA
Pagina 4 di 17
Joomla SEO powered by JoomSEF