CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI PER I DISAGI DOVUTI A NATURA TECNICA.
STIAMO PROVVEDENDO A MIGLIORARE IL NOSTRO SERVIZIO E ALLA COSTRUZIONE DI UN NUOVO SITO.


(AGENPARL) - Roma, 05 feb -  "L'Ospedale San Camillo, in queste ore, sta vivendo una situazione di emergenza allarmante. Ma non è certo una novità: da tempo, ormai, le condizioni dei Pronto Soccorso degli ospedali romani non sono più sostenibili”. Lo dichiara all'AgenParl la deputata Ileana Piazzoni di Sinistra Ecologia Libertà in merito alla situazione emergenziale nel nosocomio romano e più in generale della sanità del Lazio. 

“Il Governo non può continuare a imporre condizioni inaccettabili per il Piano di Rientro della sanità regionale. Medici e infermieri stanno lavorando senza spazi e mezzi adeguati, ma soprattutto sono sottoposti a contratti precari che mortificano le professionalità e danneggiano la continuità dei servizi. Il Governo deve consentire alla Regione Lazio di operare seriamente la trasformazione del suo Sistema Sanitario, non tagliando indiscriminatamente ma riconvertendo. Non ci voleva molto a capire che chiudendo i Pronto Soccorso in provincia, oltre a non essere più garantito il fondamentale diritto alla salute per chi abita fuori dall'Urbe, sugli ospedali romani si sarebbe riversata una mole insostenibile di richieste di cura. - Continua la deputata di Sel - Dotare i Pronto Soccorso delle risorse necessarie è fondamentale oltre che doveroso. Ma occorre soprattutto avviare interventi mirati al rafforzamento della medicina territoriale: dalle case della salute alla formazione di un sistema di assistenza primaria h24 attraverso il pieno coinvolgimento dei medici di medicina generale, in modo da ridurre il ricorso improprio ai pronto soccorso (quantificabile in circa l'80% degli accessi). Per farlo, occorre sbloccare il turn over del personale e le risorse necessarie. Il Governo non può misurare i risultati in sanità sulla base dei soli conti economici, ignorando il suo dovere primario, quello di garantire i diritti fondamentali previsti dalla Costituzione”.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) - Roma, 02 gen - Natale e Capodanno senza acqua e soprattutto senza alcuna certezza. A Testa di Lepre è andato in scena il solito copione: il rimpallo di competenze tra Acea e Arsial. Dai due ultimi sopralluoghi nessuna novità. Si è intervenuti il 24 dicembre con la rassicurazione di routine: tutto risolto. Neanche per idea. Ci si è riprovati il 30, stessa musica. Le sette famiglie di via Mario Giovagnoli sono ancora senza un filo d’acqua. Oggi doveva esserci l’ennesimo sopralluogo, ma è andato deserto. Nonostante l’impegno dell’assessorato ai lavori pubblici nel tentare di sensibilizzare i due enti è arrivato il momento di agire, anche in danno se serve. Le scuse non reggono più. Non si può continuare a rimandare il problema. L’amministrazione ha l’obbligo di scavalcare Arsial e Acea, superare l’emergenza idrica a Testa di Lepre e poi mettere tutto in conto a chi fino a oggi ci ha preso in giro e non ha mosso un dito. Lo dichiara il consigliere di opposizione Giovanna Onorati.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) - Gaeta, 27 dic -  Una sede distaccata dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù a Gaeta: è questo il primo passo di una nuova importante sinergia tra il Comune ed il famoso Istituto Pediatrico romano, finalizzata all’attivazione di servizi assistenziali specialistici rivolti all’età pediatrica, nonché di ricerca scientifica, didattica e formazione. Una collaborazione sancita dalla firma dell'accordo quadro, avvenuta il 27 dicembre scorso, presso l'Aula Consiliare del Palazzo Comunale. Il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano ed il Presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Prof. Giuseppe Profiti, hanno dunque istituzionalizzato la loro volontà di realizzare insieme specifici programmi negli ambiti dell’assistenza, della clinica, della didattica, della formazione e della consulenza e nell’ambito tecnico-scientifico. Per il Sindaco Mitrano «l'Accordo siglato è la naturale evoluzione di un'azione amministrativa che si sviluppa nell'ottica del continuo miglioramento della qualità dei servizi erogati a favore dei propri cittadini. Ha anche un significativo impatto sociale dal momento che bambini e genitori non dovranno più recarsi a Roma per l'assistenza sanitaria ma potranno risparmiare tempo e soldi utilizzando le strutture «romane» a Gaeta».

E spiega: «L'importante iniziativa ci vede al fianco dell'Ospedale Bambino di Gesù, impegnati in un'azione di sviluppo delle attività complessivamente rivolte all’età pediatrica. E aggiunge: «È nostro intento contribuire al perseguimento di obiettivi quali: il miglioramento dell'efficacia, efficienza ed economicità del Sistema Sanitario; lo sviluppo della capacità di soddisfare pienamente la domanda del nostro bacino di utenza in relazione ai servizi sanitari pediatrici e all'eccellenza in questo campo. Garantire una sede appropriata all'Ospedale Bambino Gesù per lo svolgimento delle attività di consulenza specialistica sanitaria in pediatria e chirurgia è solo l'inizio di una stretta collaborazione, volta ad avvicinare sempre più l'Amministrazione alle reali esigenze del cittadino». «La sigla dell'Accordo - precisa il Direttore sanitario Massimiliano Raponi - rientra nel quadro dell'opera di promozione e svolgimento di attività utili a diffondere, trasferire e valorizzare le conoscenze e le esperienze proprie, attraverso collaborazioni con enti istituzionali, di ricerca, università, strutture sanitarie nazionali ed internazionali. E il chirurgo prof. Alessandro Inserra aggiunge che «a Gaeta saremo a fianco dei pediatri del territorio, scambieremo con loro opinioni e strategie e saremo per loro un importante sostegno». Molto soddisfatto l'arcivescovo mons. Fabio Bernardo D'Onorio per il quale si tratta di una «lodevole iniziativa messa in campo dalla Santa Sede, dall'Ospedale pediatrico e dall'Amministrazione comunale in favore di bambini e genitori». Secondo l'accordo, siglato anche alla presenza del Responsabile dei Servizi specialistici dell'Ospedale romano Stefano Calamelli, il Comune di Gaeta metterà a disposizione dell'Istituto Pediatrico le strutture e le attrezzature logistiche, nonché quant'altro possa necessitare per lo svolgimento delle attività individuate nelle Convenzioni attuative che saranno stipulate per ogni programma di collaborazione condiviso fra le Parti. Inoltre dovrà garantire la piena conformità degli ambulatori, dei locali, delle strutture, degli arredi e delle attrezzature che saranno posti a disposizione dell’Istituto agli obblighi di legge ed agli standard di sicurezza, con particolare riguardo alla sussistenza dei requisiti sanitari, tecnici, impiantistici, tecnologico-strumentali ed igienico-ambientali.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) -  Roma, 12 dic - Acea comunica che, a causa di un improvviso e ingente guasto idrico sull’asta principale del Nuovo Acquedotto Simbrivio Castelli, si rende necessario sospendere urgentemente il flusso idrico su tale acquedotto per consentirne la riparazione.

Le squadre operative di Acea Ato 2 sono già attive sul posto e, per potere realizzare l’intervento, a partire dalle ore 12.00 di oggi, giovedì 12 dicembre 2013, si avranno abbassamenti di pressione con diffuse mancanze d’acqua nei territori dei seguenti Comuni alimentati dall’Acquedotto del Simbrivio: 

Affile, Bellegra, Casape, Castel San Pietro Romano, Ciciliano, Gorga, Poli, Rocca di Cave, Rocca S. Stefano, San Gregorio da Sassola, San Vito Romano, Albano Laziale, Ariccia, Artena, Carpineto Romano, Castel Madama, Castel Gandolfo, Cave, Gallicano, Gavignano, Genazzano, Genzano, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marino, Montelanico, Palestrina, Pisoniano, Rocca Priora, Sambuci, Segni, Velletri, Nemi.

 

Le normali condizioni di fornitura idrica sulle reti di distribuzione saranno progressivamente ripristinate durante la giornata di venerdì 13 dicembre 2013, entro la serata, salvo imprevisti.

Acea comunica che saranno interessati dalla sospensione idrica dell’acquedotto del Simbrivio anche le seguenti utenze comunali le cui reti non sono gestite da Acea ATO2:

Anagni (zona Villa Magna), Canterano, Capranica Prenestina, Cerreto Laziale, Cori, Gerano, Labico, Olevano Romano, Rocca Canterano, Rocca di Papa, Rocca Massima, Sgurgola, Valmontone, Serrone, Paliano.

 

Acea, scusandosi per il disagio arrecato, raccomanda di mantenere chiusi i rubinetti durante il periodo della sospensione al fine di evitare inconvenienti alla ripresa della normale erogazione dell'acqua.

La Società ricorda che per ogni ulteriore informazione può essere contattato il numero verde 800-130-335.

 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) - Roma, 05 dic -  "Esprimiamo il nostro plauso e la nostra più viva soddisfazione per l’ambito riconoscimento da parte dell’Unesco della tradizione italiana delle macchine per portare a spalla ceri e statue nelle processioni religiose che oggi diventano patrimonio immateriale dell'Umanità, in particolare la Macchina di Santa Rosa, a Viterbo, e i Gigli di Nola”. Commentano così Giuseppe Fioroni e Simone Valiante, deputati del Partito democratico, questo importante risultato. “E’ questo un grande successo per il nostro Paese, per la ricchezza e la varietà della sua storia e del patrimonio culturale immateriale, un significativo impulso – concludono i due deputati -per la tutela e la promozione delle comunità e realtà locali”.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, HOMETICKER, PUBLICTICKER, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CULTURA

(AGENPARL) - Roma, 22 nov -  “Voglio congratularmi con gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Roma per l’operazione che questa mattina ha portato al sequestro di numerose attività commerciali, per un valore di oltre 40 milioni di euro, derivanti da ricavi dell'attività di usura. Tutto questo è stato possibile grazie alle denunce delle vittime che hanno permesso alle forze dell’ordine di risalire ai capi di un’organizzazione criminale che da anni teneva sotto scacco numerosi titolari di attività commerciali ed imprenditoriali della Capitale”. Lo dichiara in una nota l’assessore alla Sicurezza della Regione Lazio, Concettina Ciminiello. 

“Deve essere chiaro a tutti  - aggiunge l’assessore - che quando i cittadini si sentono difesi dalle Istituzioni e trovano il coraggio di denunciare i loro strozzini, lo Stato riesce a combattere in modo più efficace le organizzazioni malavitose. Come Regione Lazio stiamo preparando una legge per contrastare il fenomeno dell’usura e avvicinare sempre di più i cittadini alle istituzioni, perché solo in questo modo sarà possibile vincere la battaglia della legalità, aiutando le vittime a uscire dalla spirale in cui sono cadute”.

 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) - Roma, 18 nov - "‘In risposta all’impegno assunto venerdì scorso con i lavoratori della ex World Duty Free che si erano incatenati nell'aeroporto Leonardo da Vinci, questa mattina sono intervenuto in Aula per chiedere l’intervento del presidente del Senato - insieme a quello della Commissione Trasporti, che coinvolgerò personalmente domani mattina - per la convocazione di un tavolo cui dovranno partecipare tutti i soggetti direttamente coinvolti nella vicenda, per trovare una equa soluzione di mediazione a tutela dei lavoratori. Abbiamo verificato la disponibilità del Comune e della Regione e crediamo che a questo caso possa essere trovata una soluzione soddisfacente in tempi brevi: il settore aeroportuale non è in crisi; procedono le politiche di nuove assunzioni. Non si ravvedono perciò cause effettive nel lasciare senza occupazione persone di grande esperienza e professionalità, che, ragionevolmente e in maniera flessibile, chiedono di essere riassorbite nella stessa azienda, o in altre realtà. Auspico quindi che i responsabili di un settore strategico come quello aeroportuale abbiano la lungimiranza di mettere al primo posto i diritti dei lavoratori e di pervenire il prima possibile ad una soluzione di tutta la vicenda"’. E' quanto scrive in una nota il senatore Massimo Cervellini di Sel. 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in ECONOMIA

(AGENPARL) - Roma, 10 ott -  “In questi ultimi due mesi mi sono dedicato all’emergenza dei rifiuti a Roma. Ne sono testimonianza le 21 interrogazioni e interpellanze che ho presentato alla Camera, i dibattiti e i confronti in aula con i tanti ministri coinvolti, le decine di comunicati e dichiarazioni pubbliche, e l'articolo di agosto al suo giornale”. Così Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, in una lettera pubblicata oggi da “Il Messaggero”.

“Nessuno sapeva cosa fare dopo il famigerato accordo di quell'8 agosto tra Zingaretti, Marino e Orlando. Bastava la firma di ministro dell'Ambiente o serviva altro? E gli altri Ministeri cosa ne pensavano? Nulla di nulla. Oggi sappiamo che la soluzione di Falcognana era ed è impercorribile per le tante e gravi carenze tecniche, ambientali e autorizzative. E per l'impossibilità a contrarre con la pubblica amministrazione da parte dell'attuale proprietà”.

“Mancando qualsiasi progetto il ministro dell'Ambiente semplicemente non può firmare il decreto di individuazione del sito per una discarica di emergenza. La discarica resta priva delle autorizzazioni e l'iter amministrativo non è conforme alla legge”.

“Il secondo punto. La gestione commissariale. Non si tratta di un’improvvisa crisi che nessuno si aspettava. Tutti sapevano che la situazione dei rifiuti a Roma sarebbe diventata insostenibile. Il Commissario aveva, ed ha, poteri sostitutivi, spetta a lui assumere decisioni, nell’ambito delle deleghe ricevute, per compiere tutte le necessarie verifiche tecniche e rilasciare le autorizzazioni. Non spettava a lui indicare questo o quel sito, ma solo di istruire le carte perché il Governo potesse decidere”.

“Il terzo punto. Cosa fare oggi. Mentre emergeva l’inconsistenza decisionale di Sottile riprendeva vigore e attenzione la cosiddetta road map di Corrado Clini. In sintesi l’allora ministro dell’ambiente diceva una cosa semplice: sui rifiuti di Roma occorre attuare in modo intelligente il ciclo integrato dei rifiuti. Significa potenziare la raccolta differenziata, rivedere la gestione delle municipalizzate, allargare i margini del recupero energetico dei rifiuti indifferenziati, contrastare l’illegalità diffusa, sapere e monitorare dove vanno a finire i rifiuti e i loro residui dopo il trattamento”.

“Il quarto punto. Numeri e trasparenza. Non appare più tollerabile questo balletto di cifre su un tema così importante. La trasparenza e il rispetto delle leggi sono l’impegno che ho chiesto a tutti. Per questo intendo rivolgermi al presidente del Consiglio, Enrico Letta, e al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Basta con i colpi di mano, basta con la violenza delle istituzioni nei confronti dei cittadini. Mai più una discarica a Roma”, conclude Brunetta.


 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA
Domenica 22 Settembre 2013 21:54

CALCIO: POLIZIA FERMA SETTE TIFOSI DELLA LAZIO

(AGENPARL) - Roma, 22 set - Sono sette i tifosi della Lazio fermati in seguito al lancio di oggetti nei confronti degli agenti della Polizia durante il deflusso dallo stadio Olimpico al termine del derby capitolino. Oltre alla denuncia in stato di liberta', per loro scattera' anche un Daspo dai 3 ai 5 anni. I fermati fanno parte di quel gruppo di tifosi che hanno provato ad aggirare i blocchi della Polizia nella zona di Ponte Milvio nel tentativo di raggiungere i tifosi romanisti dall'altra parte del Tevere.

"Impeccabile il servizio di ordine pubblico per una partita notoriamente difficile". Lo ha detto il Prefetto di Roma. Giuseppe Pecoraro, al termine del derby di questo pomeriggio all'Olimpico. 
Il prefetto che dal suo ufficio ha seguito tutte le fasi critiche dell'attuazione del dispositivo ha voluto sottolineare la "grande professionalita' di tutti gli uomini impegnati. Un particolare apprezzamento -ha aggiunto- al Questore di Roma Fulvio della Rocca per la equilibrata e saggia disposizione dei servizi"

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, HOMETICKER, PUBLICTICKER, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA

(AGENPARL) - Roma, 19 set - I tifosi del Legia Varsavia radunati ai tornelli del settore distinti sud hanno tentato di sfondare gli ingressi lanciando anche qualche torcia di segnalamento  dalle retrovie all’indirizzo delle Forze dell’Ordine e degli stewards.

Immediata risposta degli agenti con una leggera carica di contenimento che riporta subito la situazione alla normalità con la consueta procedura di filtraggio.

Al momento si segnala un solo tifoso leggermente contuso e nessun appartenente alle Forze dell’Ordine ferito, mentre sono tre gli ospiti fermati durante il tentativo di sfondamento. La loro posizione è al vaglio per le eventuali responsabilità. 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, HOMETICKER, PUBLICTICKER, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER, REGIONALEFCS
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in CRONACA
Pagina 4 di 118
Joomla SEO powered by JoomSEF