CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI PER I DISAGI DOVUTI A NATURA TECNICA.
STIAMO PROVVEDENDO A MIGLIORARE IL NOSTRO SERVIZIO E ALLA COSTRUZIONE DI UN NUOVO SITO.


(AGENPARL) - Roma, 14 set - Il Vice Presidente Vannino Chiti, in rappresentanza del Senato della Repubblica, incontrerà mercoledì 14 settembre alle ore 11 nella Sala Pannini di Palazzo Madama, il Vice Presidente della Conferenza Consultiva Politica del Popolo Cinese, Wang Gang, in visita in Italia.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA
Mercoledì 14 Settembre 2011 08:25

SENATO: OGGI ALLE 13 CONFERENZA CAPIGRUPPO

(AGENPARL) - Roma, 14 set - La Conferenza dei Capigruppo del Senato è convocata oggi 14 settembre alle ore 13. Lo fa sapere un comunicato di Palazzo Madama.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA
Martedì 13 Settembre 2011 14:15

SENATO: DOMANI ALLE 13 CONFERENZA CAPIGRUPPO

(AGENPARL) - Roma, 13 set - La Conferenza dei Capigruppo del Senato è convocata domani 14 settembre alle ore 13. Lo fa sapere un comunicato di Palazzo Madama.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 08 set - Il Presidente del Senato, Renato Schifani, presenzierà, in rappresentanza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, alla tradizionale cerimonia per l'anniversario della difesa di Roma, prevista alle ore 10 di oggi a Porta San Paolo.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 07 set- Il Presidente del Senato, Renato Schifani, presenzierà, in rappresentanza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, alla tradizionale cerimonia per l'anniversario della difesa di Roma, prevista alle ore 10 di domani, giovedì 8 settembre, a Porta San Paolo.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 06 set - "Il voto favorevole della Commissione Bilancio all'emendamento sullo sblocco del turn over del personale sanitario nelle regioni sottoposte a piano di rientro premia l'impegno dei Governatori del Mezzogiorno, denota senso di responsabilità dei capigruppo Pdl del Senato, grande attenzione verso i bisogni del Mezzogiorno e un ulteriore passo in avanti nel colmare il gap nell'assistenza sanitaria tra Nord e Sud" E' il commento dei senatori Pdl Raffaele Calabrò e Giuseppe Esposito, primi firmatari dell’emendamento sulla deroga allo sblocco del turn over nel settore sanitario. "La deroga - continuano i senatori Pdl - vale solo per quelle regioni che nell’ultimo anno hanno adempiuto con rigore alle verifiche ministeriali, mostrando virtuosismo e tenace lotta agli sprechi".
"Una norma di buon senso, di rigore e di equità e soprattutto un'infusione di coraggio per quelle regioni meridionali che dopo anni di sacrifici portano a casa un risultato politico importante - precisa il senatore Calabrò, Consigliere per la Sanità del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro - con due ambiziosi obiettivi: un notevole risparmio e un'assistenza sanitaria di qualità. Lo sblocco del turn over, infatti, riduce il ricorso all'erogazione di pagamento straordinario che costa quanto l'assunzione di nuovo personale e inoltre permette di offrire ai cittadini del Sud un'assistenza sanitaria migliore. Si potrà infatti contare sul reclutamento di personale medico giovane e soprattutto maggiormente rispondente alle nuove esigenze sanitarie, ai nuovi bisogni dei pazienti con l'assunzione delle figure professionali necessarie a far funzionare la nuova macchina sanitaria e a garantire le prestazioni essenziali. Ma il Sud deve continuare a tenere i conti in ordine, mostrando che anche dal Po in giù il pareggio di bilancio è possibile".

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA
Martedì 06 Settembre 2011 08:45

SENATO: OGGI ALLE 12 CONFERENZA CAPIGRUPPO

(AGENPARL) - Roma, 06 set - Oggi, alle ore 12, è convocata al Senato la Conferenza dei capigruppo.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 29 lug - "Le chiedo, Presidente Schifani, di poter intervenire in Aula a inizio seduta lunedì prossimo, 1° agosto. Non intendo parlare per fatto personale, né intendo negare al Sen. Gasparri la libertà di esprimere giudizi politici. Voglio solo che chieda scusa alla mia città e alle persone che l’hanno guidata, alcuni dei quali sono morti, e non possono più difendersi". Lo scrive, in una lettera inviata al Presidente del Senato, la Senatrice del Pd Fiorenza Bassoli, già sindaco di Sesto San Giovanni per nove anni. Bassoli ricorda nella lettera le dichiarazioni del capogruppo del Pdl Gasparri su Sesto San Giovanni rese questa mattina nell'Aula di Palazzo Madama, e scrive: "Trovo gravissimo, oltre che offensivo verso la mia città che è Medaglia D’oro al Valor Militare per il contributo dato alla Resistenza, il parallelo fatto dipingendola come un luogo ove vige un regime e una illegalità diffusa alimentata dai sindaci che si sono succeduti al governo della città. Offensivo, prima di tutto, nei confronti dei cittadini di Sesto che hanno sempre votato in modo libero e democratico i loro Sindaci. Una città valorosa - continua la senatrice del Pd - che ha dovuto superare molte prove nella sua seppur breve storia". Nel ripercorrere la storia della città industriale e le dismissioni di molte importanti industrie presso cui decine di migliaia di persone lavoravano, Bassoli scrive: "Queste dismissioni significavano non solo la perdita di migliaia di posti di lavoro ma rischio di degrado e d’implosione, come avvenne per altri grandi centri industriali europei, privati in quegli anni di grandi agglomerati produttivi. Nonostante questo rischio, le lotte per la difesa del posto di lavoro di quei lavoratori che vedevano minato il futuro delle loro famiglie e della loro città, furono condotte con grande dignità, civiltà e spirito propositivo e democratico. Le amministrazioni locali che si sono succedute in quegli anni - si legge nella lettera a Schifani - hanno creato tavoli di concertazione con forze sociali, istituzionali, politiche, per rendere partecipato e trasparente non solo la lotta per la difesa dei diritti dei lavoratori ma anche per la trasformazione di quelle aree che, chiuse le fabbriche, andavano creando dei veri e propri 'buchi neri' nella città. Senza partecipazione, trasparenza, concertazione, appello allo spirito della “sestesità” come la definì l’on. Giovanni Bianchi, la città non avrebbe potuto affrontare le difficoltà e i drammi di quel momento".
Bassoli ricorda quindi i sindaci di Sesto succedutisi dalla Liberazione in poi: "Abramo Oldrini Partigiano-operario della Breda Siderurgica; Giuseppe Carrà Partigiano-operario della Breda Siderurgica; negli anni 70/80 ci fu Libero Biagi Partigiano, sindacalista immigrato a Sesto dall’Emilia Romagna; dall’85 al '94 ebbi l’onore di guidare la città, io, figlia di lavoratori che immigrarono a Sesto negli anni 50 dalla provincia di Reggio Emilia. E poi Filippo Penati, figlio di un operario della Falck e, infine, l’attuale sindaco Giogio Oldrini, giornalista, figlio di Abramo Oldrini morto nel '62 quando era ancora in carica, amato e ricordato da tutti i sestesi. Questi i sindaci di una città dove la politica non si faceva nei salotti ma dentro e fuori la fabbrica, e dove la lotta per il lavoro, la conquista dei diritti, le lotte per la democrazia contro il terrorismo delle BR, oltre che a suo tempo contro i fascisti, è stata condotta con grande spirito di sacrificio, ma sempre con grande dialettica, confronto libero e intelligenza. Come può quindi il Sen. Gasparri definire questa città: un 'regime', dove i sindaci avrebbero alimentato un sistema d’illegalità? Per i fatti a cui allude il sen. Gasparri ho piena fiducia che la Magistratura svolgerà il suo ruolo con imparzialità e mi auguro in tempi brevi, in modo da poter fare chiarezza e ridare serenità alla città alle persone coinvolte e alle loro famiglie, alle quali ho espresso la mia fiducia. Ma voglio che Gasparri, nell'Aula del Senato, chieda scusa alla mia città e alle persone che l’hanno guidata, alcuni dei quali sono morti, e non possono più difendersi".

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA

(AGENPARL) - Roma, 28 lug - "Si apriranno oggi alle 10.30, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, i lavori del convegno 'Giustizia! In nome della legge e del popolo sovrano', promosso dal Partito radicale nonviolento transnazionale e transpartito, sotto l'Alto patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio del Senato della Repubblica. Articolati in più sessioni, i lavori della due giorni inizieranno, alla presenza del Capo dello Stato, alle ore 10.30 di oggi con il saluto del Presidente del Senato Renato Schifani. Moderati dalla Vice Presidente dell'Assemblea di Palazzo Madama, Emma Bonino, prenderanno la parola Luigi Giampaolino, Presidente della Corte dei Conti; Ernesto Lupo, Primo Presidente della Corte di Cassazione; Giacomo Caliendo, sottosegretario alla Giustizia e Giorgio Lattanzi, in rappresentanza del Presidente della Corte Costituzionale. Successivamente interverrà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
La sessione inaugurale proseguirà con la relazione introduttiva di Marco Pannella dal tema 'L'imperativo dell’immediato rientro dagli attuali connotati di Stato penale ad un pieno rispetto dello Stato di diritto e della legalità costituzionale, europea e internazionale'. La sessione pomeridiana, con inizio alle ore 15, affronterà 'La situazione della giustizia e delle carceri italiane'. Dopo le relazioni del professor Giuseppe Di Federico sullo stato dell'amministrazione della giustizia e del professor Tullio Padovani sullo stato dell'amministrazione penitenziaria, seguiranno gli interventi di Giuseppe Frigo, giudice della Corte Costituzionale; Vladimiro Zagrebelsky, già giudice Corte Europea dei Diritto dell'Uomo, Carlo Nordio, Procuratore aggiunto di Venezia, già Presidente Commissione per la riforma del codice penale; Carlo Federico Grosso, professore emerito di diritto penale, Università di Torino; Mauro Palma, Presidente del Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura e dei trattamenti inumani e degradanti e Antonio Bultrini, professore di diritto internazionale dell'Università di Firenze. Alle 17 si confronteranno Filippo Berselli, Presidente della Commissione Giustizia del Senato della Repubblica; Giulia Bongiorno, Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei deputati; Luca Palamara, Presidente dell'Associazione nazionale Magistrati; Franco Ionta, capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria e Commissario delegato per il Piano carceri; Bruno Brattoli, capo Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria minorile e Valerio Spigarelli, Presidente dell'Unione delle Camere Penali.
Venerdì 29 luglio alle ore 9.30 inizierà la seconda sessione dei lavori dedicati agli 'Obiettivi e strumenti necessari ed urgenti per l’affermazione dei diritti umani nella giustizia. Amnistia e indulto come precondizione alla riforma strutturale e legalizzatrice dell’amministrazione della giustizia'. Moderati da Giuseppe Rossodivita del Comitato radicale Piero Calamandrei, prenderanno la parola Fabio Bartolomeo, Direttore generale statistiche del Ministero della Giustizia; Rita Bernardini, deputato radicale, membro della Commissione Giustizia della Camera dei deputati; l'avvocato Giandomenico Caiazza; Carlo Fiorio, docente di Procedura Penale all'Università degli Studi di Perugia; Alessandro Margara, Garante dei Detenuti Regione Toscana e Luigi Manconi, docente di Sociologia dei fenomeni politici dell'Università Iulm. Interverranno, inoltre, Ada Palmonella, psicologa, esperto del Ministero di Giustizia per gli Istituti Penitenziari; Irene Testa, presidente dell'Associazione 'Il detenuto ignoto'; Stefano Anastasia, Associazione 'A buon Diritto/Associazione Antigone'; Ornella Favero, presidente Associazione 'Ristretti Orizzonti'; Cosimo Ferri, segretario generale Magistratura indipendente; Enrico Sbriglia, segretario nazionale Sidipe; Leo Beneduce, presidente Osapp; Eugenio Sarno, segretario Uilpa-Penitenziari e Gian Battista Durante, segretario Sappe. Alle 15 le relazioni di Sergio Zavoli, Presidente Commissione parlamentare di vigilanza servizi radiotelevisivi e di Corrado Calabrò, Presidente Agcom introdurranno alla tavola rotonda dedicata al tema 'Il senso e il luogo comune su giustizia e carceri: il ruolo dell’informazione'. Moderati da Mario Staderini, Segretario Radicali Italiani, interverranno Gianni Betto, Centro d'ascolto informazione televisiva; Stefano Folli, editorialista del Sole 24Ore; Bianca Berlinguer, Direttore Tg3 e Marco Pannella". Lo si legge in una nota del Senato.

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in POLITICA
Mercoledì 27 Luglio 2011 18:42

TG 27 LUGLIO, EDIZIONE POMERIGGIO

 (AGENPARL) - Roma, 27 lug - Le principali notizie del tg parlamentare dell'Agenparl, edizione pomeriggio:

 

- Il Senato dice sì al rifinanziamento delle missioni all’estero. L’ok al decreto arriva tra mille polemiche e proprio nel giorno in cui a Roma si celebrano i funerali della 41esima vittima italiana. Hanno votato a favore tutti i gruppi di maggioranza, compresa la Lega Nord, e di opposizione, compreso il Pd. Dice no solo l’Italia dei Valori. Si astengono i Radicali.

- Approvata all’unanimità dall’Aula della Camera la mozione bipartisan sui contributi pensionistici. Il provvedimento impegna il Governo, tra le altre cose, a far sì che chi abbia contributi versati presso diverse gestioni previdenziali possa cumularli. Via libera anche alle mozioni su crisi siriana e contraffazione.

- La Giunta per le Autorizzazioni della Camera voterà domani la richiesta di autorizzazione ad acquisire i tabulati telefonici e alla perquisizione di cassette di sicurezza nei confronti
del deputato pdl Marco Milanese. Oggi la Giunta non ha potuto ascoltare il deputato che è stato convocato a Napoli come testimone. Il tutto dovrebbe slittare a dopo la pausa estiva.
- Mentre le inchieste giudiziarie investono centrodestra e centrosinistra, arriva la dura reazione del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, contro quella che definisce ‘la macchina del fango’.Il segretario, a margine di una conferenza stampa alla Camera, risponde così agli attacchi ricevuti sulla questione morale.
- “Ci saranno meno risorse per Politica di Coesione e Politica Agricola Comune, più spazio a Innovazione, Infrastrutture, Relazioni Esterne e Immigrazione”. Lo ha detto il ministro Franco Frattini oggi in audizione alla Camera sul quadro finanziario europeo.

Clicca sul link per vedere il tg.

 

Altre Informazioni

  • Destinazione di pubblicazione FLUSSO, GOOGLENEWS, LISTEPUBBLICHE, EXTERNALPROVIDER
  • Priorità 1
  • Pubblicità --
Pubblicato in AgenParl TG
Pagina 7 di 35
Joomla SEO powered by JoomSEF